Ladytux

avanzando senza sosta, su terreni accidentati

Afghanistan, militare Nato-pacifista 1

Posted by ladytux su novembre 19, 2008

Una discussione work in progress, che riporterò di volta in volta e sulla quale chiedo di dire la vostra, sulla missione in Afghanistan. Discussione iniziata per caso con un mio amico d’infanzia oggi militare Nato, (non stupitevi dei toni calmi e pacati) quando lui scrive sulla sua Home di facebook:

“ma dimmi tu! ti mandano in Afghanistan per fare le previsioni del tempo e poi finisci a Bala Morghab ad insegnare meteorologia ai regazzi dell’Esercito…”

Ladytux alle 22.35 del 14 novembre 2008

non era meglio restare tutti in Italia eh? Ok ok la pianto… (sottotesto mio non scritto… e mandiamo la gente a fare il meteo!!!)

A.”Ciao Laura, forse sarebbe stato meglio rimanere in Italia se consideriamo

che quì molti militari muoiono sulle strade a causa di attentati, però la possibilità che si sta dando al popolo Afghano di autodeterminarsi senza l’imposizione da parte dei talebani del loro discutibile credo, che (notizia di oggi) impedisce le più basilari libertà, come lo studio. (a kandahar tre ragazze che frequentavano il liceo locale in affronto a ciò che i Talebani impongono, sono state sfregiate con l’acido mentre si recavano a scuola.)
tira tu le somme.
un abbraccio

alle 16.04 del 16 novembre 2008

Beh, tra civili, torture e mine… direi che forse preferirebbero i talebani ad una missione di “pace”. I militari muoiono? Anche i bambini donne e uomini che non l’hanno scelto e non vengono pagati fior di soldi per imbracciare un mitragliere. CInico ma vero.
Se non ci fosse il petrolio, si starebbe lì? Se parliamo di terroristi e di acido..beh che aspettano gli USA e venire in SIcilia?
Autodeterminarsi…Diciamo determinare un governo Usa. Perchè di Auto c’è ben poco per quel che ne so io. E l’ultima porcata fatta ad un ospedale di Emergency la dice lunga…
Non è che gli afgani abbiano chiesto a qualcuno di andare giù, in quel caso se ne potrebbe anche discutere.
Le missioni di pace si fanno on le autoambulanze, non bombardando i villaggi (uno per tutti Now Zad, ad opera dei danesi) Come dire, c’ho un terrorista ad arpino, forse (perchè nemmeno erano sicuri) e faccio un bel bombardamento a tappeto…mi pare un pò rischioso per i civili, poco poco però.

A.

“Perchè a me pare che quelli che mozzavano mani e piedi, lapidavano, impiccavano, frustavano, sgozzavano, privavano delle più elementari libertà e che commerciano in oppio siano dei bravi ragazzi a cui bisogna dare la possibilità di continuare a tiranneggiare liberamente in questo sfortunato paese, e se possibile dargli la possibilità di continuare a finanziare attività terroristiche che ci hanno regalato gli attentati di Madrid, Londra, New York,2 ambasciate americane in Africa, Nassiria etc. etc.”

A.

“siamo quì anche per sminare il territorio, e ti assicuro che non era certamente per le mine che i bambini non giocavano ma perchè veniva loro proibito, i villaggi erano sicuri cosi come le immediate vicinanze. in ogni caso le notizie che arrivano da voi vengono ade guatamente filtrate e manipolate, quelli che spesso vengono spacciati come “deliberati” attacchi su civili e bambini, spesso come trà l’altro è capitato la scorsa settimana sono stragi compiute dai talebani stessi che fanno di casolari abitati delle piazzaforti da cui dopo aver spesso, (ma non sempre) sterminato i civili lanciano attacchi ed aspettano le reazioni delle forze isaf, dopo gli scontri che ne seguono si limitano a portar via i loro morti, ed il gioco è fatto…
sai? non è che quì i cadaveri vengono sottoposti ad autopsia per vedere se la causa della morte è dovuta ad un proiettile di ak47 o di m16 rimane il fatto che le forze isaf non sono venute quì per uccidere civili, ma per aiutarli.”

A

“la missione ISAF  in Afghanistan è una missione di ricostruzione, si stanno ricostruendo ospedali, scuole, ponti e si sta dando la possibilità al popolo afgano di andare a votare in delle libere elezioni, senza il giogo di un nutrito  gruppo tribale integralista che dal ritiro delle truppe russe nel 96 ha soggiogato tutta la popolazione con vessazioni, violenze di ogni specie e tipo. ti ricordo che quì le ragazze che sono state sfregiate con l’acido lo sono state non da terroristi, ma da integralisti, finchè il regime talebano non è stato abbattuto quì le donne venivano lapidate ( sotterrate vive, con solo la testa che usciva fuori dal terreno, dopodichè giù sassi) le persone che violavano la legge venivano mutilati, una mano, od un piede, e se il reato commesso era “grave” l’amputazione era incrociata (mano destra e piede sinistro), i bambini non potevano giocare con gli acquiloni perchè quello è considerato un affronto a Dio e se vuoi posso continuare per un’altra
mezz’ora”

ha scritto
alle 19.28 del 17 novembre 2008

e se è una missione di ricostruzione, come mai solo una settimana fa ci sono stati 37 morti civili per colpa degli USA? Come mai sui rapporti di organismi tipo unicef e amnesty leggo tutt’altro? Se la colpa è degli integralisti e non solo dei talebani, la cultura di un paese si cambia con le bombe ed ammazzando civili? Il regime talebano è stato abbattuto? Ma se leggo che karzai cerca di mediare dando posti pubblici ai militanti dei talebani.. c’è stata una sostituzinoe al governo da talebani a filoamericani.la pena di morte resta e resta l’impunità per chi del governo fa parte, restano i processi non equi e le violazioni dei diritti. Missione di pace? sempre amnesty:Non sono stati compiuti progressi nell’attuazione del Piano d’azione per la pace, la giustizia e la riconciliazione in Afghanistan inaugurato nel febbraio 2006. I talebani e gli integralisti sono stronzi, ma mi aspetto che chi gestisce le missioni di pace sia un pò meglio.No?

Ladytux

ha scritto
alle 19.30 del 17 novembre 2008

con 10 milioni di mine sul tuo territorio tu giocheresti con gli aquiloni? Buono l’obiettivo ma non ci possono giocare lo stesso, il risultato non s’è ottenuto.

Ladytux alle 21.04 del 17 novembre 2008

vediamo un attimo…un bombardamento che ha fatto fuori 37 civili e 26 talebani e non ricordo quanti feriti, da un raid aereo (USA) è stato fatto dai talebani? D’altronde si sa che in Italia i giornali sono anti USA e comunisti…Amnesty anche?L’Unicef? Comunque la notizia l’ha diffusa Ayubi che fa parte dela commissione governativa afghana.
Insomma tu mi stai affermando che siete li per ricostruire e non si spara, non si tortura e non si commettono crimini? Che l’Isaf è un dono di Dio (chi sia sia) per tutti (tranne che per i talebani?) Riesci a dirlo in coscienza?

A.

“non credo assolutamente che l’isaf sia un dono di dio, ma certamente non siamo noi che ci andiamo a nascondere in casa di civili sperando che non ci sparino addosso, e sicuramente se tu ti trovassi ad essere sotto tiro proveniente da un caseggiato, non è che tiri fuori la bandiera bianca e ti avvicini dicendo:
Vabbe! signori… fino ad ora abbiamo scherzato, visto che ora si deve fare sul serio pper favore i civili e quelli che non c’entrano nulla sono pregati gentilmente di raccogliere le loro cose e di spostarsi in una zona più sicura perche quì tra 10 minuti radiamo al suolo tutto, però i talebani che rimangano al loro posto perchè senno non vale…”

ciao Laura, ho letto con attenzione il rapporto di amnesty int. e la cosa che principalmente mi è saltata all’occhio è …(Alcuni potrebbero essere stati vittime di attacchi indiscriminati in bombardamenti aerei e altre condotte in circostanze di potenziale violazione del diritto internazionale umanitario) adesso io non dico che non ci siano stati morti tra i civili, anzi sono anche troppi ma ti ricordo che si stà combattendo, e purtroppo delle vittime civili ci saranno sempre. però la cosa più importante da sapere è che se qualcuno del contingente isaf ha commesso delle violazioni alle regole d’ingaggio sparando deliberatamente su civili inermi (al di fuori quindi di un conflitto a fuoco) verrà sicuramente processato e condannato. vorrei però che ponessi un po più di attenzione alla parte del rapporto intitolata (Violazioni da parte di gruppi armati)
ciao

Lady Tux ha scritto
alle 19.58 di ieri

“…che si stà combattendo, e purtroppo delle vittime civili ci saranno sempre. “
e ciò contrasta con la parola “pace” messa lì per l’opinione pubblica, chiamiamola GUERRA.
però la cosa più importante da sapere è che se qualcuno del contingente isaf ha commesso delle violazioni alle regole d’ingaggio sparando deliberatamente su civili inermi (al di fuori quindi di un conflitto a fuoco) verrà sicuramente processato e condannato.
Andrea, non prendere in giro la mia intelligenza, ti prego.. anche il comando di genova 2001 ovviamente sta pagando… Non ho 15 anni e credo che la Nato siaun pò più ammanicata dei politici italiani e dei comandanti delle FFOO
(anche qui risibile il termine…meno male che sono forze dell’ordine…immagino cosa sarebbe successo se fossero state del disordine)
Anche Cossiga ha pagato per gli anni 70. pagano tutti… come no
violenza dei gruppi armati… Che siano stronzi loro è condiviso…. un forza di pace non dovrebbe essere diversa e non lo è.

A

ripetendomi… trà le forze nato chi commette degli errori paga, probabilmente con le attenuanti del caso (non capita a tutti di subire attentati od essere presi di mira da colpi d’arma da fuoco.
Però vorrei che tu mi dicessi quale potrebbe essere l’alternativa per far cessare le violenze perpetrate dai talebani.

(Ukraine) ha scritto
alle 11.58

queste di seguito sono solo alcune delle cose che isaf sta facendo per la popolazione afghana, se vuoi
puoi consultare il sito ufficiale dell’ isaf
* In 2001, 8% of Afghans had access to basic healthcare. In early 2007, the figure is up to 83%.

* In 2001, 1.2 million children attended school daily; today, 7 million do, including 2 million girls.

A total of 43,000 – 45,000 teachers were trained in 2006.

* 825 of the ring road network is open to traffic, through portions are still under construction.

* There were 88,136 anti-personnel mines destroyed, as well as 11,524 anti-tank mines.

Ladytux

ti rispondo più tardi con calma, ma una cosa vorrei dirla al volo… non trovi un pò di parte il sito dell’isaf su quello che fa l’isaf? Io ti ho citato Amnesty,mica un sito politico o di parte. Non capisco se sia ingenuità o mi stai davvero prendendo in giro (la seconda ovviamente la pagherai;) ). Le fonti in uno scambio di opinioni devono …  Visualizza altroessere equidistanti altrimenti io ti cito direttamente quelle degli interessati se si vuole fare un’operazione di chiarezza e di dinformazione.
A proposito ho scoperto che eliminando imessaggi dalla home di facebook (cosa che faccio altrimenti facebook non mi risponde ai miei obiettivi di segnalazione notizie) spariscono anche dallabacheca…Vedo di recuperarli.

A.

isaf non può mettere sul proprio sito notizie circa i combattimenti e le azioni di guerra che stanno compiendo per il semplice fatto che potrebbero essere usate contro isaf stessa. d’altro canto amnesty parla solo dei caduti civili, non dei militari isaf che quasi giornalmente muoiono per il popolo afghano, e nemmeno di ciò che isaf sta facendo di buono per l’afghanistan, (anche questa è disinformazione.

Advertisements

2 Risposte to “Afghanistan, militare Nato-pacifista 1”

  1. Rigitans' said

    che dire…

    perchè siamo andati in afghanistan?

    ci siamo andati per prendere bin laden e i terroristi…trovati? non mis embra…
    ora si dice che ci si è andati contro il regime dei talebani…a parte che quel regime si è rafforzato, si vende piu droga(e se ne consuma di piu quindi) e il territorio non è sotto controllo.

    i talebani hanno messo in crisi la guerra mettendola sullo stesso piano del vietnam coi vietcong, ne usciamo a pezzi da li, altrochè.

    che ilr egime talebano sia pessimo è piu che dato, ma siamo sicuri che la soluzione sia fare la guerra a tuttin i regimi che non ci piacciono? perchè quelli che ci piacciono non li tocchiamo, chessò, l arabia saudita o il pakistan per fare due esempi, e pure li la democrazia è un opinione, spesso criticata.

    l acido sulle ragazze è vergognoso, ma non credo che la guerra risolva questo problema.
    nel mondo bisognerebbe fare meno guerre e piu dialogo, confronto, dibattito, e alla fine si raggiungono gli stessi obiettivi con meno distruzione, meno morte, meno paura.

  2. Andrea Guglielmi said

    L’idea che mi sono fatto io e’ che come al solito vengono diffusi un gran casino di cifre e dati di cui non sono nemmeno certi al 100% chi li diffonde e spesso nemmeno sanno distinguere la causa dall’effetto. Ognuno quindi le rigira facilmente come vuole.
    L’unica cosa certa e’ gli USA hanno bisogno dell’afghanistan e i talebani sono la scusa per stare li. Se e’ una buona scusa dovrebbe essere il popolo afghano a deciderlo. Probabilmente gli afghani non vogliono ne’ NATO ne’ i talebani, ma da soli non riuscirebbero a sbarazzarsi di nessuno dei due, specie dei primi.
    Per tipologia di territorio l’afghanistan e’ simile al Vietnam, troppi nascondigli, ma ho paura che ufficialmente gli USA combattino i talebani e sottobanco li sostengano.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

 
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: