Ladytux

avanzando senza sosta, su terreni accidentati

Villari…facciamo finta sia risiko

Posted by ladytux su novembre 20, 2008

A me sta cosa di Villari non mi torna… ne sto già discutendo con un piddino, ma non riesco a spiegargli il mio punto di vista. Lui di parte io antipiddì,non se ne esce, eppure è un discorso di logica non partitico (stavolta). Probabilmente a me sfugge qualcosa… ci ragiono qui con voi (e con lui che tanto il blog lo segue ;))

Ipotesi: Tu che leggi e il  tuo peggior nemico state giocando a risiko. Il tuo peggior nemico è un baro ma ha deciso di farti perdere seguendo le regole del gioco e non barando. Il tuo peggior nemico oltre a giocare per il suo obiettivo (conquista le americhe) ha anche capito qual è il tuo (conquista l’africa). Il tuo peggior nemico ha deciso che prima di arrivare a conquistare un singolo territorio delle americhe fa in modo che tu in africa non ci tieni nemmeno un carrarmatino.  Non solo,, invece di vincere lui, fa vincere un altro, amico tuo… perchè? Perchè gli stai sul culo. D’altronde siete nemici… Alla fine del gioco vi rendete conto che lui l’Africa non avrebbe nemmeno dovuto guardarla e penserai…mazza che stronzo…ma ha giocato secondo le regole e ha pure fatto vincere un amico tuo. Se tu andassi in giro ad urlare al baro qualcuno ti darebbe ragione? Chi farebbe la figura dell’idiota?

E veniamo al discorso vero. Il pdl secondo le regole vota per il presidente della commissione Rai. Nelle regole del gioco non c’è scritto che deve votare chi dice l’opposizione (e se ci fosse ditemelo perchè lo sto cercando) . Per “norma” pd e pdl dovrebbero essere nemici o quantomeno avversari. Il pdl se avesse voluto fare il colpo di mano avrebbe votato Gasparri, il pdl vota uno del pd, messo nel pd dalla dirigenza del pd (quindi amico del pd). Se il pdl avesse voluto fare l’amico avrebbe votato chi aveva proposto l’opposizione (che tra l’altro quelli dell’opposizione non erano nemmeno d’accordo sul nome di Orlando) ma visto che parliamo di una cosca, perchè avrebbero dovuto fare “gli amici?”

Il pdl vota chi gli pare (è nelle regole,  che riporto sotto) l’obiettivo è di far fare casino, il pd che fa? Fa casino. Non solo, per far dimettere Villari, inizia a parlar male di Villari e inizia a dire che è un democristiano, che è figlioccio di Mastella e tutto il cv che è venuto fuori… Villari chi ce lo ha messo nel pd? Il pd.(non esistono più le preferenze). Non solo, il pd inizia a chiedere le dimissioni di Villari o lo sbatteranno fuori dal partito. A quanto pare l’onore di rimanere nel partito Pd non è così grande.Villari se ne frega.

Insomma a giochi finiti (per ora) il pd è in mezzo alla bufera, il  pd fa notare che VIllari è uno stronzo, il pd dice anche che è uno di cui non ci si può  fidare e dal cv era quantomeno ovvio…ma Villari è un senatore del pd, il leader del pd non viene ascoltato da un suo uomo, si urla alla corruzione di Villari, quando questo ancora non ha fatto nulla come presidente per cui il pd non si fida di chi mette al senato??? (Io avreiaspettato che combinasse qualcosa prima). Ma Villari a casa sua ad aprile, lo siamo andati a chiamare noi, il pdl o il pd?

Il Pdl vince almeno 5 a 0  e per una delle poche volte, stando nelle regole.

ora chi diavolo è lo stronzo? (nel senso del fesso?)

Tre domande ulteriori…. tutta sta bagarre…oltre a far passare in secondo piano Genova  e la 133…che diavolo di notizia ci sta facendo perdere? (chessò una legge scomoda ad esempio)

Porc$%”/(£%=$ ma perchè se nel pdl ci sono mafiosi, truffatori, infami…il pd continua a pensare che quelli del pdl siano amici loro e pertanto continuano ad aspettarsi comportamenti da damine? Stai giocando a poker con il tuo nemico è ovvio che cerchi di farti il culo. Meno ovvio che tu non voglia farlo a lui. Il pdl il culo gliel’ha fatto per la felicità dei suoi elettori.

Perchè su Villari si sono alzati gli scudi..e sul pizzino de la Torre il pd non mi pare urli allo scandalo? Non andrebbe sbattuto fuori dal pd?

Le regole del gioco versione integrale sono qui , sotto il comma interessato:

art.5… co.1 1. Nella prima riunione, che deve avvenire entro tre giorni dalla nomina dei componenti, la Commissione elegge il presidente. L’elezione ha luogo per scrutinio segreto e a maggioranza di tre quinti dei componenti la Commissione. Dopo il secondo scrutinio è sufficiente la maggioranza assoluta dei componenti. Qualora nessun candidato raggiunga tale maggioranza, si procede al ballottaggio tra i due candidati che abbiano riportato il numero maggiore dei voti; è proclamato eletto quello che consegue la maggioranza

(dove sta scritto che il candidato lo sceglie l’opposizione? Si fa? Eh e non l’hanno fatto, e stavolta hanno rispettato le norme… è lo stupirsi che non abbiano fatto un favore al pd che non capisco…perchè avrebbero dovuto?)

Advertisements

9 Risposte to “Villari…facciamo finta sia risiko”

  1. filo said

    sono le convezioni della Prima Repubblica quando l’opposizione aveva un ruolo (basta pensare che al PCI veniva assegnato il presidente di un ramo del parlamento) o, se si vuole pensare male, si viveva in regime consociativo.
    Oggi , in ML, a proposito di RAI si ricordava che Craxi dichiarava scherzosamente che il numero del centralino RAI era 643111(6 uomini DC, 4 PCI, 3 PSI, 1 per ciascun partito laico minore) .

    I berlusconiani non hanno il senso della “sacralità della convenzione”(che del resto non è neanche una legge) : successe così con l’elezioni di Ciampi (la Sinistra puntava su Marini), successe così con la bicamerale di D’Alema quando Berlusca si tirò indietro.

    Cmq, ieri Santoro insinuava che in realtà ci fosse una parte del PD(D’Alema?) che avesse capito quale era la situazione ed a cosa si andava incontro e pur potendolo evitare , abbia deciso di lasciar correre per dimostrare che Uolter è un incompetente e che non controlla il partito.

  2. Non sta scritto, vero, è una prassi. Il centro-sinistra votò personaggi come Landolfi (ehm..) e Gasparri (ehm..) senza batter ciglio, indicati dall’allora opposizione di centro-destra.
    La candidatura di Orlando era frutto di un accordo tra i partiti che non sono maggioranza di Governo. (Preferisco non identificarli tutti come “opposizione”) Berlusconi non voleva uno dell’Idv per noti motivi per cui, per non fare un vero e proprio strappo alla prassi, hanno votato uno dell’opposizione ombra di Governo.

    Uno il cui partito se lo fila poco e che quindi poteva essere il cavallo di troia del Pdl che l’ha votato. Naturalmente ha preso anche un paio di voti dalla sua parte ed è sostenuto dalla corrente dalemiana.

    Il Pdl dice che ha votato uno dell'”opposizione” e si sente a posto con la coscienza. Villari finalmente riceve un po’ di attenzione dai giornali e vuole tenersi il posto. “Ha preso il posto” si dice dalle mie parti ed è un democristiano, il non plus ultra dell’attaccamento alla poltrona. Poi se si dimette ok, ma temporeggiare se cederla o meno è quantomeno una questione di orgoglio politico. Intanto mi sembra sia stato espulso dal gruppo dei senatori del Pd. Conseguenza, è ora più probabile che resti e che D’Alema alla fin fine abbia vinto un territorio di Risiko nei confronti del segretario

    Il baffino gongola, Veltroni no. Il Pd combatte al suo interno. Il gioco è semplice.

    Ciao, Fab

  3. paolo said

    mi pare evidente che si sia voluto, da parte del PDL, marcare la divisione tra PD e IDV, cogliendo il secondo piccione con la stessa fava di sbertucciare la leadership di Veltroni.Dividere le opposizioni è funzionale al predominio della maggioranza. Non mi pare uno scenario troppo complesso…

  4. ladytux said

    in verità io dal pdl mi sarei aspettata votasse direttamente uno del pdl..ma a quanto pare sono stati ancora più furbi.Alla fine ne esce distrutto proprio il pd, con l’evidenza che non sia un patrito coeso,con l’evidenza che il problema dei politici messi lì a cavolo (non ci si può lamentare oggi, da parte della dirigenza che Villari sia mastelliano, non lo sapevano?) con l’evidenza che ai deputati del pd, del pd non glienefrega un tubo. Aspetto che sbattano fuori anche binetti e la torre…comemai non si lamentano che la torre suggerisca a uno di AN (tra l’altro marito di una produttrice fiction e già nelle intercettazioni con saccà e genero di un altro discutibile?) Posso pensare ci siano interessi poco chiari tra pd e pdl? Perdono, ma per me a un fascista se si suggerisce, si suggerisce male e per fargli fare una figuraccia.
    Da una parte sono pieni di inciuci, dall’altra s’aspettano che il pdl gli faccia favori, dall’altro ancora si lamentano pure!
    Consociativismo…. prima repubblica non morirà mai.
    Il pdl che tenta di dividere pd e idv? Mi pare c’abbia già pensato Uolter qualche mese fa. Che D’alema sia stronzo e intelligente lo sapevamo, che qualcun altro fosse così fesso, un pò meno.
    Besos rojos
    ladytux

  5. ladytux said

    Non sta scritto, vero, è una prassi. Il centro-sinistra votò personaggi come Landolfi (ehm..) e Gasparri (ehm..)

    ecco non era meglio che avessimo fatto gli infami noi a suo tempo?:D
    besos rojos
    ladytux

  6. ladytux said

    giuro che non li avevo letti..a quano pare l’analisi è la stessa
    http://www.repubblica.it/2008/11/sezioni/politica/rai-cda-5/prodotto-furbizia/prodotto-furbizia.html
    http://www.repubblica.it/2008/11/sezioni/politica/rai-cda-5/punto-villari/punto-villari.html

  7. pourparler said

    Si direi che il succo è quello. Potresti avere un futuro a repubblica 🙂

    Questi del pd sono dei polli! Altro che circo massimo…
    Ciao

  8. ladytux said

    nooo a repubblica noooooo 😀
    non solo, leggo ora, titolone dell’unità online…
    Villari, il Pd: il centrodestra dica da che parte sta

    dalla parte del centrodestra FOOORSE???
    Bah.
    besos rojos 😉
    ladytux

  9. Rigitans' said

    di pietro ha detto che villari è stato probabilmente corrotto da berlusconi. berlsuconi ieri diceva che villari doveva dimettersi, oggi dice che non è uno scandalo se non lo fa.

    non capisco quanto è contorta l architettura di d’alema in questo frangente, se voleva zavoli, o fa finta perchè gli sta bene creare casino.

    comunque sia d’alema vuole fare le scarpe a veltroni.
    veltroni è un cretino.

    villari è pessimo.
    il pdl è scaltro quanto stomachevole.

    e forse è il caso di fare una leggina nel dopo-berlusconi che l opposizione oltre ad avere la commissione se la deve scegliere il presidente.

    anzi, spero che presto non ci sia piu’ bisogno della vigilanza, vorrà dire che la rai sarà finalmente libera.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

 
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: